18 aprile 2017

4° edizione - UN PREMIO PER L'EUROPA. Narrare la parità - Premio di letteratura per l'infanzia

Dopo l'approdo a Strasburgo dello scorso autunno, il lancio dell'edizione 2017




BANDO DI CONCORSO - UN PREMIO PER L’EUROPA. Narrare la parità - 4° edizione

UN PREMIO PER L’EUROPA. Narrare la parità

Quarta edizione
BANDO DI CONCORSO


Art.1 Finalità e Linee guida

Un Premio per l’Europa. NARRARE LA PARITA nasce come progetto ideato dall’Associazione Woman to be nel 2011, sostenuto e patrocinato nel tempo  da diversi  soggetti sia pubblici che privati.

Si tratta di un premio letterario che ha l'obiettivo di fornire ai piccoli lettori/alle piccole lettrici un immaginario alternativo a quello tradizionalmente veicolato dalla letteratura per l'infanzia, denso di stereotipi sessisti. La sfida che si propone ai/alle partecipanti al concorso è quella di creare delle storie che offrano modelli femminili e maschili alternativi e nuove relazioni di genere, improntate all'interscambiabilità dei ruoli e delle caratteristiche psicologiche e comportamentali dell'uno e dell'altro sesso.
I principi ispiratori del premio sono estrapolabili dal Codice di autoregolamentazione Polite, che è stato formulato agli inizi del 2000 e sottoscritto dall’AIE (Associazione Italiana editori) nell'ambito del progetto europeo Polite (Pari opportunità nei libri di testo). Il Codice delinea alcune linee guida per gli editori scolastici, affinché i libri di testo siano attenti al tema dell'identità di genere e liberi da pregiudizi sessisti.
Le medesime linee guida possono risultare estremamente funzionali alla creazione di libri per l’infanzia sensibili alla dimensione di genere.

Con questa quarta edizione s’intendono favorire  le condizioni affinché il Premio  acquisisca una DIMENSIONE EUROPEA, allo scopo di  far conoscere in altri paesi UE l’iniziativa di un Premio che possiede tutti i caratteri dell’innovatività, dell’originalità e del potenziale coinvolgimento di autori/autrici stranieri/e, nonché  di case editrici e di enti a carattere educativo europei. Si fa presente la mancanza a tutt’oggi, a livello europeo, di premi di letteratura per l’infanzia aventi come focus centrale il tema dell’ identità di genere e del contrasto agli stereotipi.


Art.2 Linee guida

- Fornire rappresentazioni equilibrate delle differenze, sia nella frequenza con la quale i due generi vengono rappresentati sia nel grado e nell'importanza delle attività svolte;

- promuovere una cultura della parità di genere e un’educazione al rispetto: i protagonisti femminili e maschili delle storie devono essere rappresentati in una molteplicità di ruoli e situazioni – superando in particolare la tradizionale dicotomia tra ambito privato-familiare/femminile e ambito sociale-lavorativo/maschile – offrendo in tal modo una varietà di modelli di identificazione positivi sia per le bambine lettrici che per i bambini lettori; è anche auspicabile la proposta di storie che presentino simultaneamente uomini e donne mentre collaborano in attività familiari e di cura.

- ripensare il linguaggio, evitando l’uso di stereotipi sessisti, smascherando il presunto carattere neutro della comunicazione.

Art.3 Partecipanti ammessi
Il concorso è rivolto a tutti/e i/le maggiori di 18 anni i/le quali potranno concorrere nell’unica categoria prevista: Premio letterario  Un Premio per l’Europa.Narrare la parità per autori/autrici di libri per l’infanzia, previa regolare iscrizione nei termini previsti.

Art.4 Modalità di partecipazione
I testi presentati dovranno essere completamente inediti e scritti in lingua italiana. Gli elaborati dovranno essere inviati dal18/04/2017 al 13/06/2017, termine ultimo per l’invio delle opere, sia nel formato cartaceo (tramite copia del testo originale) che in versione digitale, pena l’esclusione dal concorso. Faranno fede il timbro postale e la data di registrazione del file.
L’iscrizione al Premio è gratuita.
I testi  in formato cartaceo dovranno essere inviati al seguente indirizzo: Associazione Woman to be  Un Premio per l’Europa.Narrare la parità - Via delle Bocchette angolo Via dei Fabbri – 55041 Camaiore (LU).
I testi  in versione digitale dovranno essere inviati in formato pdf al seguente indirizzo di posta elettronica: womantobe@gmail.com

Art.5 Contenuti degli elaborati
I testi presentati dovranno appartenere al genere narrativo, ed essere rivolti ad un target d’età compreso nella  fascia d’età 3-8 anni. La tematica oggetto degli elaborati dovrà essere coerente con le linee guida del premio (vedi art. 1).
La lunghezza dei testi dovrà essere compresa tra le 1.500 e le 3.000 battute spazi inclusi.
Requisito fondamentale per l’ammissione è il rispetto di tutte le modalità di partecipazione esplicitate nel Bando, nonché il rispetto della legge italiana e delle leggi europee. I testi non dovranno in alcun modo presentare caratteristiche di oscenità/razzismo e/o violenza.

Art.6 Presentazione degli elaborati
Le opere spedite dovranno essere accompagnate da una SCHEDA PARTECIPANTE, con l’indicazione del nome e cognome, data di nascita, indirizzo, recapito telefonico dell’autore/trice e titolo con il quale l’opera si presenta al concorso.
Le copie del testo non verranno restituite.

Art.7 Selezione dei lavori pervenuti
La Giuria del Premio esaminerà tutte le opere pervenute entro e non oltre la data di scadenza per l’invio (13/06/2017), allo scopo di individuare in prima selezione cinque opere considerate degne di nota e dunque identificate come opere finaliste.
Ogni giurato/a valuterà i cinque elaborati finalisti e assegnerà ad ognuno un punteggio di merito complessivo con valori compresi tra 0 e 5, dove 5 esprime il massimo giudizio.
La somma dei punteggi di merito espressi dai singoli giurati rappresenterà il voto finale di ogni singolo elaborato.
La classifica degli elaborati partecipanti sarà stilata sulla base del voto finale. In caso di valutazioni paritetiche, il vincitore/la vincitrice sarà decretato/a  in base al giudizio del Presidente della Giuria.
La Giuria sarà presieduta dalla Presidente dell’associazione Woman to be e da esperti provenienti dal mondo della pedagogia, della ricerca universitaria, dell’editoria. Il giudizio della Giuria è insindacabile e inappellabile.

Art.8 Premiazione
I Premi saranno attribuiti dalla Giuria nel mese di Ottobre 2017, all’interno di un evento realizzato presso una sede significativa, di cui sarà data ampia pubblicità e tempestiva comunicazione ai finalisti.
L’opera prima classificata verrà pubblicata da GIRALANGOLO, marchio editoriale della casa editrice EDT srl, nella collana Sottosopra come libro illustrato. La scelta dell’illustratore/dell’illustratrice sarà di esclusiva pertinenza dell’Editore. Si fa presente, inoltre, che allo scopo di promuovere e far conoscere  l’opera vincitrice e il relativo autore/trice  in ambiti allargati di respiro europeo, anche  successivamente alla premiazione, sarà data ampia diffusione della notizia  presso quei soggetti  europei legati al settore della letteratura per l’infanzia (Case editrici, riviste, Associazioni di promozione alla lettura di paesi europei, Associazioni di insegnanti europei, biblioteche e librerie specializzate per ragazzi, giornalisti/e, Enti, Associazioni e professionisti del settore, ecc.) affinché il Premio possa diventare a tutti gli effetti un Premio EUROPEO


Tutti gli autori/trici finalisti saranno comunque invitati a partecipare alle successive iniziative programmate.

Art.9 Pubblicazione
I rapporti tra autore/trice vincitore/trice e casa editrice saranno regolamentati da specifici accordi contrattuali tra le parti ed escludono l’associazione Woman to be da ogni responsabilità.

Art.10 Condizioni Generali
La partecipazione al concorso implica l’accettazione di tutte le norme contenute nel presente regolamento.

Tutte le operazioni avverranno secondo la normativa vigente. I finalisti/le finaliste saranno avvisati dall’Associazione organizzatrice a mezzo lettera raccomandata o messaggio di posta elettronica con avviso di ricevimento.
La partecipazione al presente concorso implica l’accettazione incondizionata del verdetto della Giuria che dovrà essere considerato dai partecipanti inappellabile e insindacabile.

Art.11 Termini legali
Chi concorre al premio autorizza sin da ora l'utilizzo della propria immagine (fotografie, filmati etc.) per la pubblicazione, la pubblicizzazione e l'uso anche ai fini pubblicitari promozionali del concorso, degli eventuali momenti celebrativi dello stesso nonché dei suoi risultati, senza che per questo sia dovuto alcun compenso o rimborso da parte dell’associazione Woman to be.

Con la partecipazione al presente bando di concorso si autorizza l’associazione Woman to be al trattamento dei dati personali ai sensi delle norme vigenti.
L’associazione pur assicurando la massima cura nella custodia delle opere, declina ogni responsabilità circa furti, smarrimenti o danni di qualsiasi genere che potessero verificarsi prima, durante e dopo la manifestazione.
Il presente regolamento resterà a disposizione di chiunque ne faccia richiesta presso l’associazione Woman to be Via delle Bocchette ecc. e potrà essere scaricato dal sito   http:// woman-to-be.blogspot.com

15 marzo 2017

Una strada per Rita

La voce narrante è di Ettore, ma la protagonista è la sorellina Rita. Simpatica, brava e senza timori di dire quello che pensa!
Rita e i suoi compagni e compagne hanno ricevuto un compito dalla maestra: scoprire quello che non va nella loro città per poi esporre le loro valutazioni al sindaco.
Rita esplora con nuovi occhi la sua città, guarda, prende appunti, riflette e scopre che tutte le strade hanno nomi di uomini famosi. E le donne? Non ci sono donne di valore a cui dedicare delle strade?
Rita ci pensa, si confronta con la nonna e propone al sindaco dei cambiamenti e il sindaco la ascolterà... vedremo come!
Il racconto si collega all’iniziativa ormai diffusa a livello nazionale e portata avanti dall’Associazione Toponomastica femminile che si batte per fare pressioni affinché giardini e luoghi urbani in senso lato, siano dedicati alle donne. Toponomastica femminile è anche su Facebook.  Il racconto rappresenta un nuovo modo per educare alle differenze e al rispetto dei generi.